Modulo Simulazione

Prototipo: Modulo di simulazione T-esedras

1

Finalità ed obiettivi: La massiva e continua crescita del commercio globale ha contribuito ad aumentare la preoccupazione relativa al settore dei trasporti. Le aree portuali, pur rappresentando un notevole potenziale per lo sviluppo economico, determinano un impatto ambientale negativo, per via della presenza di diverse fonti di emissioni. Negli ultimi anni i porti marittimi di tutto il mondo stanno dimostrando un crescente impegno nella tutela dell’ambiente e nell’attivazione di operazioni sostenibili al fine di implementare il concetto di “Green Port”. Tuttavia, a causa di una mentalità spesso “ROI-oriented”, le iniziative “verdi” sono raramente viste come un elemento di differenziazione competitiva e quasi mai costruite come parte integrante della strategia di business del gestore del terminal portuale. L’obiettivo principale è lo di sviluppo di uno strumento software di supporto alle decisioni aziendali basato sull’analisi (lungo il ciclo di vita di un terminal container) dell’impatto ambientale dei processi e delle attività e sulla simulazione e confronto di possibili alternative “green” sia in termini di impatto ambientale che di sostenibilità tecnica/economica. Tenendo sotto controllo gli impatti ambientali mediante l’applicazione della metodologia del Life Cycle Assessment (LCA), l’azienda terminalistica potrà puntare al miglioramento continuo delle proprie prestazioni.

Il prototipo: Il contributo principale del progetto di ricerca T-esedras è quello di fornire un ponte tra la gestione strategica di un terminal container e le possibili iniziative di sostenibilità ambientale che è possibile attuare, volte all’ottenimento di un vantaggio competitivo a lungo termine. In seguito ad un’analisi dello stato dell’arte relativo alla valutazione della consapevolezza ambientale nell’odierno settore del trasporto marittimo e delle Green Management Practices (GMPs) recentemente proposte nei porti di tutto il mondo, il modello di simulazione T-esedras propone un avanzato sistema di supporto alle decisioni basato sul Modeling & Simulation orientato all’analisi delle performance operative dei processi e delle attività tradizionalmente svolte lungo tutto il ciclo di vita del container terminal (traffico medio container, tempo medio trascorso da un container nel piazzale, etc.) nonché a supporto dell’analisi e comparazione di diverse configurazioni di scenari “green” alternativi (ad esempio il cold ironing, la sostituzione dei sistemi di movimentazione dei container con sistemi ibridi o elettrici, la definizione di procedure di ingresso ai gates) in termini sia di impatto ambientale (al riguardo, le emissioni di CO2 equivalente nonché di altri inquinanti come la NOx sono calcolate) sia di sostenibilità tecnica ed economica, mediante il calcolo del VAN e del Payback Period. I principali fattori che influenzano tali misure di performance operative del terminal (numero di container movimentati per ciascuna fase del ciclo di vita del terminal, numero di straddle carrier utilizzati, per citarne alcuni) e la sostenibilità delle operazioni portuali (costi connessi all’acquisto di energia elettrica e di carburante, le modalità di funzionamento, il consumo di carburante, tipo di carburante, consumo energetico, fattori di conversione, etc.) possono essere configurati all’inizio della simulazione. Quindi, anche se il focus di questo progetto è il ciclo di vita e la sostenibilità dei processi e delle attività all’interno di un terminal container, la soluzione sviluppata può essere adattata rapidamente e facilmente ad altri tipi di terminal (ad esempio terminal container, terminali Ro-Ro, terminali da carico generale) grazie alla sua architettura modulare.

Di seguito alcune  screenshot del prototipo.

2

 5

12

19